Quando l’agricoltura diventa l’ultima difesa

nella terra dei fuochi MUGNANO

Giovedì 16 gennaio, ore 19
Mugnano del Cardinale, via Campo 1
Sala Piano Sociale di Zona 

Evento finale del progetto “S.E.E.D.S. – Sperimentazioni Ecologiche ed Educative di Decrescita Sostenibile”, realizzato nell’ambito del bando “Giovani Attivi”. Durante l’iniziativa pubblica saranno presentati i risultati delle attività svolte dalla Cooperativa sociale SEEDS negli istituti scolastici che hanno aderito al progetto e sarà proiettato il film documentario “Nella terra dei fuochi” di Marco La Gala.

“Quando l’agricoltura diventa l’ultima difesa del territorio” è il tema del dibattito aperto che precederà la proiezione, in cui è previsto l’intervento di:

– Raffaele Amelio, presidente Cooperativa sociale SEEDS;

– Marco La Gala, documentarista e attivista ambientale, con un’introduzione al film e al problema sversamenti rifiuti e roghi tossici;

– Vincenzo De Luca, presidente Associazione RiZe Up, sulla strategia Rifiuti Zero;

– Gianluca Napolitano, Slow Food Agro nolano.

Quello che sembra ormai essere diventato il nuovo marchio d’infamia per la popolazione campana, è invece il nome della nuova battaglia per il diritto alla vita, invocato da migliaia di persone, tra le provincie di Napoli e Caserta, stanche di subire in silenzio gli abusi perpetrati da decenni.

L’intento è quello di promuovere una maggiore consapevolezza ed una corretta informazione, per non far spegnere i riflettori su questa drammatica questione e pretendere giustizia.

Il teaser del film è disponibile al seguente link:
https://www.youtube.com/watch?v=YbX6aBKrJL0

Marco La Gala è un giovane regista di Nola, una cittadina situata nel bel mezzo della Terra dei Fuochi, nella Campania martoriata dalla camorra e dalla gestione criminale dello smaltimento dei rifiuti, che si riducono in cumuli fumanti, sparsi per le campagne della provincia tra Casertano e Napoletano. “Nella Terra dei Fuochi” è anche il titolo del suo docu-film, che in breve tempo è diventato un vero e proprio caso, con proiezioni in piazze, scuole, all’interno di cineforum e con una grande eco mediatica sulla rete.
In Campania, ai piedi del Vesuvio, nella stessa terra che i Romani chiamavano «Terra Felix», esistono più di 2500 discariche illegali di rifiuti tossici. Centinaia di terreni sono completamente lasciati a se stessi e trasformati in discariche. Una piccola cooperativa sociale prova a recuperare un campo abbandonato da più di 20 anni. Riscoprendo la cultura contadina e le tradizioni popolari di un mondo che rischia di scomparire.