Meno è MEGLIO: verso rifiuti zero

SEEDS è partner del progetto menoèMeglio, promosso dal Comitato Regionale ANPAS Campania insieme ad una serie di partner in rappresentanza del pubblico e del privato non profit.

??????

 

Il progetto, finanziato nell’ambito del Bando Ambiente 2012 della Fondazione con il Sud, ha la finalità di perseguire i seguenti obbiettivi:

1. Avviare processi virtuosi di riduzione della produzione di rifiuti, sensibilizzando le nuove generazioni di cittadini verso comportamenti che puntino alla valorizzazione del “rifiuto” e al rispetto delle ricchezze ambientali del territorio interessato;
2. Ridurre i quantitativi di rifiuti indifferenziati nei Comuni partecipanti al progetto, grazie alla diffusione di buone pratiche di differenziazione e di sistemi di premialità;
3. Valorizzare le risorse naturali, con particolare attenzione alle risorse idriche, patrimonio naturale del territorio interessato, facilitando nel contempo buone pratiche di riduzione degli imballaggi.

UN MONDO MIGLIORE AD IMPATTO ZERO!

segui le nostre iniziative e quelle del progetto sulla pagina facebook: MENOéMEGLIO

Verso Rifiuti Zero – Parte il progetto MèM

Venerdì 19 settembre 2014 presso il Circolo della Stampa di Avellino, si terrà una conferenza stampa per illustrare le attività del progetto MENOèMEGLIO, di cui la Cooperativa SEEDS è partner operativo.

Rifiuti-Zero_Logo1

Il progetto è finanziato da Fondazione con i Sud nell’ambito del Bando Ambiente 2012 Verso Rifiuti Zero a una rete di organizzazioni del Terzo Settore coordinate dal Comitato Regionale ANPAS Campania, e formata, tra gli altri dall’Associazione di volontariato Don Tonino Bello Onlus, dall’Associazione Ambiente e Futuro per Rifiuti Zero, dall’Associazione di Promozione Sociale SannioIrpinia Lab e, appunto, dalla Cooperativa sociale SEEDS.

Con l’obiettivo generale di incentivare la riduzione dei rifiuti indifferenziati sul territorio dei partner coinvolti e di tutta la provincia di Avellino, nella realizzazione del progetto si valorizzeranno pratiche e prodotti derivanti dai processi virtuosi di riuso e riciclo – passaggio fondamentale della Strategia Rifiuti  Zero – per mezzo di azioni pilota che avranno sede nelle comunità partecipanti, a partire dal prossimo mese di ottobre. Nello specifico delle attività di SEEDS, attraverso il coinvolgimento di associazioni, scuole e cittadinanza, saranno avviate azioni di sensibilizzazione e formazione all’utilizzo di questo approccio innovativo e sostenibile che si pone come obiettivo la ri-progettazione della vita ciclica delle risorse riducendo la produzione dei rifiuti fino a valori prossimi allo zero. Nello specifico, la strategia Rifiuti Zero si pone degli obiettivi molto chiari che potremmo riassumere nelle seguenti tre grandi categorie d’azione:

  1. eliminare incenerimento dei rifiuti e strutturare un sistema di raccolta che aumenti la quantità di materiale differenziabile ed ottimizzi la qualità del materiale da riciclare, diminuendo contestualmente la quantità di rifiuti prodotti;
  1. incentivare il riuso del materiale riciclato, la riparazione di oggetti e operare scelte di vita che diminuiscano la percentuale di scarti (es. uso di prodotti alla spina);
  1. sostenere la progettazione e la produzione di prodotti totalmente riciclabili, riutilizzabili e riparabili.

In questo senso, il progetto MèM si contrappone alle pratiche di smaltimento tradizionali che prevedono incenerimenti o discariche che devastano i nostri già martoriati territori e acquista invece le modalità di un riutilizzo totale delle risorse così come avviene normalmente in Natura.